Come vendere abbigliamento spiegato dai Simpson: 4 segreti

Condividere fa bene a spirito e vendite.

C’è chi li odia e chi li ama, ma la serie animata I Simpson, partita nel lontano Dicembre del 1989, è capace di trasmettere messaggi anche molto impegnativi, con la semplicità e l’ironia che li contraddistingue. Le puntate si mischiano fra il serio e il faceto, ma una delle prime stagioni, è capace di darvi i 4 segreti per saper vendere il tuo prodotto o servizio.

Era il 1993 quando la quarta serie del Simpson invade il mondo e la tredicesima puntata chiamata “Marge contro la monorotaia” in inglese “Marge vs. the Monorail“, racconta di una storia di vendita bizzarra, peri i cittadini si Springfield.

PER VENDERE IL TUO PRODOTTO DEVI CONOSCERLO ALLA PERFEZIONE E NON PARLARE DEL PRODOTTO

Nella puntata dei Simpson, si presenta questo carismatico signore dall’ego smisurato e dalla parlantina facile di nome Lyle Lanley. Entra in comune per proporre la costruzione della fantomatica Monorotaia, un tram che scorre in altezza lungo un percorso prestabilito su tutta la città.

Il venditore in questione è molto abile nel trasmettere fiducia ma, prima di tutto, si vede chiaramente che ci crede veramente in quello che fa e in quello che propone. Conosce la monorotaia alla perfezione ma, non ne parla mai: dice un sacco di cose per tenere incollata l’attenzione dei cittadini, ma pur proponendone la costruzione, non parla mai delle sue caratteristiche e di quanto sia tecnologicamente avanzata.

I 4 SEGRETI SULLA VENDITA CHE QUESTA PUNTATA DEI SIMPSON TRASMETTE

Alla fine della puntata si scopre che si trattava di un truffatore, la monorotaia era costruita con materiali scadenti che mettono Homer in grave pericolo.

Ma, al netto di questo, immaginando per un attimo un finale “positivo” in cui va tutto a gonfie vele, il venditore si dimostra molto abile nell’arpionare l’amministrazione e a farsi lasciare l’appalto della costruzione, con questi 4 trucchi:

  1. Empatia: Lyle Lanley, il venditore, fin dai primi istanti trasmette energia positiva, è un uomo felice ricco di felicità.  Subito rompe il ghiaccio con una battuta che fa ridere tutti, si mischia fra di loro chiamandoli “brava gente” e dicendo passivamente, di essere anch’esso un bravo cittadino. La popolazione non può far altro che ascoltare quello che ha da proporre.Quello che devi fare tu sul tuo sito è trasmettere sincerità e buoni propositi, senza passare il messaggio “compra compra compra”, perchè allontana invece di avvicinare. Nel tuo negozio tradizionale sii gentile (può non essere scontato), comprendi i problemi del cliente che magari ha messo su una taglia di troppo, e fai passare il messaggio che “anche tu sei nella stessa situazione”. Su internet apri un blog e inizia a scrivere di te e della tua vita, inserendoci l’uso dei tuoi capi di abbigliamento, racconta una tua giornata particolare, spiegando i vantaggi che il tuo abbigliamento ti ha portato. Crea un collegamento empatico.
  2. Prodotto di prova: una volta arpionato il sindaco, che chiede di mostrare la proposta, il venditore cala l’asso. “Non ve la propongo, ve la mostro” e sotto ad un lenzuolo fa comparire un modellino della città con una monorotaia giocattolo in funzione: gli sta mostrando un esempio di come sarà il prodotto indossato, sul cliente.Nel tuo negozio fisico fai provare diversi capi prima di convertire la vendita, fai in modo che il tuo cliente si possa immedesimare in tutte le giacche provate, fallo sentire sulla moto con il vento che gli passa fra i capelli e la sua nuova giacca addosso. Online invece i metodi sono disparati, i classici sono spedizioni e resi gratuiti, così il cliente può provare la maglietta e i pantaloni prima di acquistarli del tutto.
  3. Inserirsi nella mente: sempre con il suo enorme carisma, il venditore inizia una canzoncina per incalzare ulteriormente i cittadini. La canzone ha un ritornello molto particolare, unico e ad un solo senso: “Monorotaiaaaa”. Entra nella mente della popolazione presente, inserendo una canzone che gli faccia pensare solo ad una cosa: alla monorotaia.Proseguire a martellare il cliente con una parola chiave precisa è un buon trucco per legarti nella sua mente, durante una trattativa nel tuo negozio e anche prima. Online è invece fondamentale posizionarti con una parola chiave precisa, un focus e una nicchia particolare che leghi il bisogno del visitatore al vostro marchio, convertendolo in cliente pagante.
  4. Obiezioni: per finire e convertire ufficialmente la vendita, il bravo venditore deve anche abbattere alcune obiezioni delle persone più dure che non si fanno semplicemente influenzare da una canzoncina orecchiabile, quindi quando gli vengono poste delle domande lecite, ha delle risposte pronte a cui nessuno può controbattere.Ci sarà sempre il cliente che avrà da ridire sul tuo modo di operare: in negozio fai un cartello all’ingresso indicando fin da subito le risposte alle loro classiche obiezioni, così facendo filtrerai subito i clienti non adatti a te e scioglierai i dubbi a chi ne ha. Stesso discorso si applica online nel tuo ecommerce: una pagina di Faq (Domande frequenti) aiuteranno i visitatori a capire subito se sei un brand fatto per loro.

La giunta comunale di Springfield viene quindi ammaliata da Lyle Lanley e dal suo progetto di Monorotaia. Gli serviva? Credo di no. Potevano spendere il denaro in altro? Credo di si. Avrebbero costruito una monorotaia, senza la proposta del venditore? Credo proprio di no.

Il personaggio quindi è un abile truffatore, capace di vendersi molto bene.

TRUFFATORE

Si, non hai letto male: truffatore. Ipotizza per un secondo che la monorotaia costruita fosse di alta qualità, che non ci fossero stati problemi e che tutto fosse andato alla perfezione: avresti usato ancora la parola “truffatore” per questo personaggio? Il venditore, alla fine della fiera, è un abile truffatore ma che realizza realmente quanto promesso.

La differenza è solo quella, non trovi?

Devi imparare a vendere come se fossi un truffatore ma che alla fine, mantiene la promessa proposta, ma non ti sto dicendo di diventare un truffatore! I 4 punti sopra indicati sono molto importanti per un sano contatto di lavoro in cui vuoi vendere il tuo prodotto, sia esso un servizio milionario che una maglietta da 10€.

Le regole per ingaggiare un nuovo cliente sono valide per tutti perchè, in fondo in fondo, le persone sono tutte uguali, e devi imparare a studiarle, a capirle per potergli entrare in testa e vendergli quello che vuoi.

Fai attenzione: non sono inganni, non si tratta di ingannare le persone, perchè allora sì, che faresti la figura del truffatore. Si tratta di conoscere le persone e saper sfruttare alcuni “hack” per arrivare al tuo scopo. Credi sia un concetto border-line?

Credo che allora tu non ti sia mai guardato in giro con occhio critico: il mondo fa così, perchè funziona. Il mondo ti mette le belle donne nude per attivarti il tuo istinto primordiale sul sesso, ti convince che il “piacere di guidare” lo hai solo con quel marchio di auto, ti propone un cellulare da 1000€ per fare le stesse cose che faresti con un cellulare da 100€.

Sta a te decidere da che parte stare ma, e ci tengo a precisarlo, sempre in modalità “legale”, consegnando sempre quanto promesso e con la massima qualità che puoi offrire ai tuoi clienti.

Continua a studiare:

Il cambiamento è una cosa bella Il cambiamento è inevitabile, sta a te decidere se esserne parte o un effetto colaterale.Il cambiamento è una cosa bella Non voglio mentirti: il cambiamento mi mette addosso una fottutissim...
Ingrosso Abbigliamento On Line: come scegliere il ... Scegliere bene il tuo fornitore ingrosso di abbigliamento on line è molto importante per non ritrovarti fra qualche anno con del denaro investito in uno o più marchi che, purtroppo, varranno meno che ...
Costruire il tuo Sito di abbligliamento, è come fa... Un negozio online di abbigliamento è un negozio online di abbigliamento così come una grigliata di carne è una grigliata di carne: quindi da questo concetto, in qualsiasi griglieria tu vada a mangiare...
Condividere fa bene a spirito e vendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *