Mancanza di pantaloni e scarpe

Condividere fa bene a spirito e vendite.

Problema comune da gestire per ogni attività commerciale di abbigliamento, è la mancanza di, ad esempio, scarpe o pantaloni nel preciso momento in cui un cliente ve li chiede. Niente panico, usa strategia.

Che siate un negozio fisico o online, il discorso non cambia: un cliente che vi chiede un certo prodotto che in quel dato momento non avete, è una buona opportunità di vendita.

Disservizio

Se quel paio di pantaloni non siete gli unici ad averli sul mercato, dovete fare n modo di tenervi il più possibile vicino il cliente che, con altissima probabilità, avrà contattato anche gli altri negozi o siti online. Siete di fronte ad un cliente che è pronto a disfarsi del proprio denaro e dovete essere voi a tutti i costi i destinatari di questa somma.

Innanzitutto è opportuno ragionare come se, di questa mancanza, siate letterlamente dispiaciuti non perchè “dannazione non ho venduto”, ma perchè state creando un disservizio al vostro cliente che camminerà per strada in mutande senza quel paio di pantaloni.

E’ opportuno attirare l’attenzione del cliente con un bonus che gli permetta di appianare il disservizio dell’attesa e gli faccia comprendere che siete realmente dispiaciuti. Questo bonus può essere la consegna gratuita a casa, può essere uno sconto sul prodotto o il regalo di un altro capo, assieme a quello che il cliente vuole.

Informazioni preziose

Può essere qualsiasi cosa che vi permetta di recuperare informazioni preziose sul cliente: è per lui il pantalone che cerca? Che stile di abbigliamento ha? Ha davvero fretta, come per ad esempio un compleanno o una cerimonia? Che taglia porta?

Il tutto deve sempre concludersi con il rilascio dei dati del cliente, così da poterlo contattare sull’arrivo del pantalone mancante e, se vorrà, la possibilità di rimanere informato quando arrivano nuovi sconti e promozioni su capi simili a quanto sta già comprando.

Il cliente in questo momento è in uno stato aperto e permissivo e sarà quindi più propenso a lasciare i propri dati che tu, sapientemente, dovresti poi utilizzare successivamente in maniere mirata e il meno invasiva possibile. Nessuno ti vieta di proporre altro, sempre con il bonus riservato per il disservizio.

Guadagnare sempre e comunque

Stacca il cervello dal concetto che ogni transazione deve sempre portare ad un guadagno: le strategie che ti propongo in queste pagine, saranno dedicate al lungo e medio termine, portano fiducia nel cliente che diventerà un tuo cliente fisso e, nel tempo, ti permetterà di recuperare quanto non intascato in precedenza, vendendogli altri capi di abbigliamento, al prezzo pieno.

L’importante è che alla fine della giornata, il tuo conto totale sia un numero positivo, che tu abbia recuperato nuove informazioni sui clienti e che sia riuscito ad entrare nella testa del cliente, scansando la concorrenza.

Continua a studiare:

Come deve essere un blog per vendita abbigliamento... Ai miei clienti che vogliono avere un blog di vendita abbigliamento che sia efficace, che sia capace di trasmettere valore a chi legge e che sia capace di tramutare un lettore in un acquirente, applic...
Come vendere abbigliamento, in 4+1 punti Vendere abbigliamento può risultare ostico, se non sai come farlo. Ti ritrovi attaccato su tutti i fronti, la concorrenza è aggressiva e i clienti magari passano anche, ma non acquistano. Come fare? ...
Il prezzo non è tutto nella vendita online di abbi... Quando un cliente vuole acquistare una giacca, una maglietta o ad esempio una cintura, tu non puoi sapere quali sono le motivazioni che lo spingono a cercare e perchè acquista da un sito piuttosto che...
Condividere fa bene a spirito e vendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *